Un turismo ogni volta più difficile!

Il turismo negli ultimi anni è profondamente cambiato e il settore e gli operatori, molti con fatica, altri con maggiore convinzione, hanno dovuto evolversi, adattandosi alle nuove circostanze, e soprattutto adeguando costantemente le proprie offerte, proposte e servizi ai nuovi desideri e bisogni dei clienti.

Oggi, il marketing turistico si gioca sulla differenziazione del prodotto o del servizio rispetto alla concorrenza. Sicuramente ne siamo tutti consapevoli, anche se è più facile dirlo che farlo! Se non ci si differenzia, il mercato infatti non percepisce lo specifico valore aggiunto e quindi diventa veramente difficile mantenere le quote acquisite di redditività.

Pertanto differenziare è la chiave del successo per le destinazioni ma anche per il singolo hotel piuttosto che per l’azienda, l’agenzia di viaggio o l’operatore.

Il punto focale però è come fare, ossia come differenziarsi. Sicuramente uno dei modi è cambiare prospettiva, ossia abbandonare il proprio punto di vista e le proprie convinzioni. Tuttavia oggi quello che può veramente fare la differenza è il marketing dell’esperienza: già perché oggi il mercato vuole un prodotto turistico capace di offrirgli un’esperienza autentica.

Tutti parlano dell’esperienza turistica ma, ad essere onesti, poche sono le destinazioni e gli operatori che di fatto sono stati in grado di costruire prodotti turistici esperienziali oppure di disegnare prodotti-esperienza. Ed invece la vera sfida risiede proprio lì.

Se vuoi leggere tutto l’articolo pubblicato sul blog di TTG, The Matador, clicca qui.

Google

Tags :

Leave a comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.