Rilancio e riposizionamento delle destinazioni turistiche

Si può affermare, ormai, che quasi tutte le destinazioni italiane si trovano ‘al di sotto delle proprie potenzialità’, in una condizione che, usando un’espressione inglese, si può definire ‘under performing”: ossia ottengono risultati, in numero di presenze ma soprattutto in termini di ricavi economici, inferiori a quelli che sarebbero auspicabili in base alla loro reale potenzialità.

Oggi, invece, uno dei principali obiettivi è proprio sfruttare adeguatamente le potenzialità delle destinazioni, siano esse locali, di distretto o anche regionali. In questo senso, la vera sfida del management e del marketing è attirare i turisti verso la destinazione e incrementarne l’attrattività.

Spesso ci si lascia ingannare dalle dichiarazioni che attestano incrementi negli arrivi ma in realtà quello che veramente conta all’interno delle destinazioni, intese come sistema economico, è la redditività che producono gli arrivi, ossia qual è il fatturato complessivo delle aziende turistiche e in generale di tutti i settori produttivi della destinazione. Sotto questo punto di vista, possiamo affermare che i tempi sono veramente cambiati: la redditività, infatti, sia per il necessario contenimento dei prezzi sia per il parallelo lievitare dei costi sta inesorabilmente calando.

Esiste anche un altro fattore cui sicuramente si è prestata poca attenzione: la difficoltà di continuare a mantenere il modello di business sul quale si è creato, sviluppato e gestito, fino ad oggi, il turismo nelle destinazioni italiane. Non è pensabile incrementare i prezzi dei servizi per mantenere la redditività in quanto il mercato oggi non è più disponibile a pagare oltre. Ci troviamo davanti a una svolta che si può definire epocale. Di fronte a questa situazione e in queste condizioni, poche sono le opzioni e le possibilità che restano alle destinazioni: continuare ad essere governate dal mercato e dalla domanda, consapevoli di andare incontro ad un inesorabile declino, oppure, viceversa, reagire per  continuare a governare ed assicurarsi una continuità e un futuro. Il riposizionamento e il rilancio delle destinazioni turistiche, ma anche delle aziende, è possibile; tuttavia è necessario capire che il processo deve essere governato e incentrato parallelamente su tre fronti: il prodotto, il marketing e la commercializzazione.

Tags :

Leave a comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.