Qual è il momento migliore per pubblicare un post?

Sono molti gli studi che affrontano il controverso tema su qual è il momento migliore per pubblicare contenuti sui social media. Molto spesso queste analisi sono discordanti. Di fatto, la regola fondamentale è una sola: il momento migliore dipende dal tipo di attività e di business che facciamo e dall’audience che abbiamo e che intendiamo raggiungere.

Gli unici quindi veramente in grado di determinare il momento migliore siamo solo noi stessi. Sicuramente però ci sono dei semplici accorgimenti che possono essere di grande aiuto.

Il primo passo è capire e conoscere il proprio pubblico, la propria audience. Una ricerca elaborata da MarketingCharts, ha evidenziato che per esempio un post condiviso su Facebook raggiunge circa la metà della sua efficacia nei primi 30 minuti.

In questo senso, risulta fondamentale capire quindi chi abbiamo davanti. Sempre prendendo come riferimento Facebook, può essere molto utile analizzare le statistiche che il social network elabora. Attraverso Facebook Insights e visitando la tabella dei ‘Like’ si possono infatti raccogliere molte informazioni, come l’età, il genere e il paese di provenienza dei propri fan. Nell’ottica del tempo, anche la zona di provenienza risulta importante perché potrebbero esserci fusi orari differenti.

Una volta determinati gli aspetti demografici del proprio pubblico, si può provare ad ipotizzare una loro giornata tipo e di conseguenza dedurre quale potrebbe essere il momento migliore per condividere un post. Ovviamente, i tempi cambiano se il nostro audience è costituito in prevalenza da studenti o utenti molto giovani piuttosto che da adulti nel pieno della propria carriera professionale.

Inoltre, i dati stessi elaborate da Facebook in merito all’uso del canale possono fornire informazioni utili. Oggi, la maggior parte degli utenti accede a Facebook direttamente dal mobile piuttosto che dal computer (circa 751 milioni al mese). Anzi di solito chi possiede uno smartphone si collega a Facebook preferibilmente dal proprio dispositivo mobile. Ma non solo: l’80% degli utenti tra i 18 e 44 anni si collegano dallo smart phone appena svegli, prima ancora di iniziare la giornata. Spesso quindi pubblicare contenuti la mattina presto, tra le 6.30 e le 8.30, potrebbe rappresentare  una soluzione vincente. Per l’86% degli utenti un altro momento di grande richiamo è prima del pranzo o della cena, oppure mentre si guarda la tv. Anche il week end è potenzialmente un buona occasione in quanto generalmente gli utenti si collegano il doppio del tempo rispetto che in settimana.

Questo però non deve portarci a conclusione affrettate. I periodi dove tutti sono connessi sono anche quelli dove è più consistente la diffusione di contenuti. La fascia oraria della sera, tra le 5 e le 8,  per esempio è la più gettonata, e ci si deve confrontare con mille altre informazioni che vengono immesse in rete e sicuramente l’attenzione del nostro audience è decisamente più bassa. Scegliere quindi di pubblicare un post in questa fascia oraria potrebbe risultare controproducente, in quanto rischia di andare perso tra mille altre notizie. Mentre farlo in un momento considerato statisticamente ‘meno caldo’ sicuramente offre la garanzia di una maggiore attenzione dell’utente e la possibilità di sviluppare maggior engagement. Basta fare delle semplici prove per poterlo verificare in prima persona. Altri studi hanno inoltre evidenziato che molti hanno l’abitudine di connettersi attraverso il mobile nel tragitto al lavoro.

Ricapitolando, i momenti più indicati potrebbero essere la mattina presto, prima dei pasti, dopo cena quando si è davanti alla televisione oppure nel fine settimana. Ma al di là di queste indicazioni, sicuramente il momento migliore in cui pubblicare un contenuto è quando si è sicuri che il proprio audience è connesso. E questo varia, come già detto, in base al tipo di audience e al tipo di attività che svolgiamo.

Non bisogna dimenticare però che se il tempo è senz’altro un elemento utile, non è tutto. La cosa più importante è infatti creare contenuti efficaci altrimenti a prescindere dall’ora è probabile che non verranno mai letti nè condivisi.

Google

Tags :

Leave a comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.