Perché i social media sono un elemento essenziale del SEO?

I social media unitamente al SEO sono due elementi fondamentali per garantirsi il successo in rete, ossia per comparire ai primi posti nella SERP, cioè nella lista dei risultati restituita dai motori di ricerca, per catturare traffico qualificato verso il sito e, non ultimo, per incrementare le prenotazioni e le vendite.
Nel passato la faceva da padrone il link building, una tecnica molto utilizzata per favorire il ranking del proprio sito, incrementandone la credibilità e l’autorevolezza. Ma l’uso eccessivo e soprattutto improprio ha portato Google ad intervenire, cambiando gli algoritmi e trasformando così le regole del SEO.

Oggi, la formula vincente per il marketing turistico online è dato dalla somma di 3 elementi che devono essere strettamente correlati: Content+SmartSeo+SocialMedia.
E purtroppo sono ancora poche le destinazioni e le aziende turistiche che utilizzano tutti e tre questi elementi e che soprattutto lo fanno in maniera congiunta. Laddove, vi sono queste tre attività spesso infatti sono gestite in modo separato, senza nessuna connessione e interscambio. Mentre i migliori risultati si hanno proprio quando vengono sviluppate e messe in atto in modo sinergico, all’interno di una stessa strategia di digital marketing, dove obiettivi e metodologie sono condivise.

Ma perché quindi i social media sono così importanti per il SEO?
Sappiamo tutti che oggi le decisioni di acquisto dei turisti sono inevitabilmente influenzate dalle informazioni e dai commenti presenti in rete. Seguendo questa linea di pensiero, allo stesso modo, agisce Google, ossia utilizza i contenuti social più apprezzati per stabilire la credibilità e l’autorevolezza di un sito. Se gli utenti quindi si fidano di un dato contenuto, lo cliccano, lo condividono Google lo premia e favorisce il ranking del sito o del blog su cui è pubblicato, in modo tale da garantire la migliore esperienza possibile all’utente.

Le azioni svolte dagli utenti sui social media di fatto per Google hanno lo stesso valore delle recensioni positive o di una raccomandazione o di un contenuto ben fatto.
Ed è per questo che le destinazioni e le aziende turistiche devono utilizzare questi canali, animarli e stimolare gli utenti a partecipare, in modo tale da costruirsi un network solido di relazioni. Già perché sono proprio le relazioni a fare la differenza in rete e a costituire un valore effettivo sul mercato.
D’altra parte, se non si ha un network forte e stabile, come si può pensare di essere promossi in rete? Come può essere distribuito il contenuto pubblicato sul proprio blog? Come si fa a catturare l’attenzione degli utenti e raggiungerli?
Non serve avere un blog, un account twitter o una pagina facebook, postare 3 news al giorno, condividere contenuti, se non si lavora per costruire una rete solida di relazioni. ‘Costruisci il tuo network prima di averne bisogno’ è un’affermazione assolutamente azzeccata e da non dimenticare mai in una corretta strategia di destination social media marketing.

Altro elemento essenziale è costruire una strategia che preveda l’utilizzo di diversi canali, in modo tale da generare contatti e non perdere interessanti opportunità di business. D’altra parte, come in ogni ambito, anche in materia di social network, ognuno ha le proprie preferenze. E quindi è bene non sottovalutare l’utilizzo di più canali.
Maggiore è l’esposizione online dei prodotti, dei servizi, del brand delle destinazioni, maggiori sono le attività svolte sui social media quanto migliori saranno i livelli di engagement e di interazione generati con i turisti, acquisiti e potenziali, e quanto migliore sarà l’indicizzazione del sito web.

Inoltre, i social media attirano traffico verso il sito. E’ facile trovare in rete blog di destinazioni che non hanno lettori. Come mai? Eppure sono attualizzati e ogni giorno vengono pubblicati contenuti. Come è possibile? Semplice: un blog istituzionale se non è sostenuto da un’attività sui canali social è destinato a fallire. Se viceversa i contenuti pubblicati vengono condivisi e promossi sui social media, in modo partecipativo e fornendo informazioni utili ai turisti, allora sicuramente si vedranno i risultati.
E per verificarlo è sufficiente controllare l’origine del traffico verso il sito per accorgersi che arriverà principalmente dai social media.
Un chiaro esempio del motivo per cui content marketing, una forte presenza sui social media e smart SEO sono tre elementi essenziali del marketing online da utilizzare assolutamente insieme.

SEO Social Media

Tags :

Leave a comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.