Online il nuovo numero del Destinations & Tourism

Il nuovo numero del Destinations & Tourism è dedicato a quello che oggi è di fatto è uno dei fattori più importanti per la promozione e la comunicazione delle destinazioni turistiche, ossia la destination reputation.

È evidente che i social media hanno determinato un nuovo modello di comunicazione e di promozione delle destinazioni turistiche. Il modello tradizionale, quello cui si è fatto sempre riferimento fino ad oggi e che continua erroneamente ad essere di fatto ancora il più utilizzato, si fondava sulla comunicazione del brand. La parola chiave intorno cui tutto ruotava era ‘pubblicità’ e la comunicazione così come la promozione avveniva attraverso i canali tradizionali (mass media, fiere, brochure) e nel web 1.0.

Oggi invece questo modello è superato: tutto ruota intorno al concetti di esperienza che il turista può vivere nella destinazione. La parola chiave è ‘engagement’ e la comunicazione e la promozione avvengono nel web 2.0 e nei social media. L’obiettivo è creare legami e vincoli emozionali positivi con i turisti sia già acquisiti sia potenziali per costruire relazioni durature e stabili che possano essere ricordate e quindi condivise. L’engagement di fatto trasforma il turista in un promotore della destinazione. Di gran lunga il più credibile, il più convinto e quindi il più efficace, cosa che peraltro consente di ridurre notevolmente i costi di promozione tradizionale ed incrementare il traffico verso il portale di destinazione.

Creare relazioni con i turisti, sviluppare engagement, conversare sui social media sono oggi le modalità più indicate per promuovere le destinazioni così come le aziende turistiche. Attraverso l’utilizzo di queste tecniche e tramite la partecipazione e la condivisione dell’esperienza turistica infatti si riescono ad ottenere quei risultati che con l’uso della sola promozione e della comunicazione tradizionale non si riescono più a raggiungere: incremento della popolarità, aumento della brand awareness e riconoscibilità da parte del mercato che porta inevitabilmente ad attrarre un numero maggiore di potenziali clienti. Perché? Perché l’engagement favorisce la viralità e il buzz: il mercato e i turisti parlano del nostro prodotto, lo consigliano e lo promuovono. E lo vogliono

E se tutto questo non fosse ancora sufficiente, andiamo a vedere un po’ di numeri.

Quali sono i fattori per cui oggi un turista sceglie una destinazione?
Il 13% dei viaggiatori è influenzato dal sito web della destinazione, il 53% non consulta i canali ufficiali della destinazione, 2 turisti su 3 sono influenzati dalle opinioni di altri turisti (Fonte: Google – TSN Digital Life 2011 – Nielsen).

È evidente che nelle dinamiche attuali che governano il mercato, la raccomandazione ha un ruolo sempre più centrale. E non solo nella ricerca di informazioni ma anche proprio nella decisione di acquisto.

A questo punto non dovrebbero esserci più dubbi: le destinazioni turistiche così come le aziende devono sviluppare nuove strategie. La reputazione può infatti decretare il successo o l’impopolarità di una destinazione e per questo va assolutamente integrata nelle azioni di promozione e comunicazione.

Che cosa bisogna quindi fare? Da dove bisogna partire?

Per leggere tutto l’articolo, clicca qui e scarica il nuovo numero del Destinations&Tourism.

Google

Tags :

Leave a comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.