Online il nuovo Destinations & Tourism!

Il numero di fine anno del Destinations &Tourism propone una selezione degli articoli pubblicati nelle precedenti edizioni del 2013.

La selezione è stata effettuata con l’intento di sintetizzare la situazione attuale in cui si trova il settore, da una parte, riproponendo l’attento quadro dell’Italia turistica, tracciato nel Libro Bianco promosso da Federturismo, che sapientemente evidenzia le problematiche e le criticità del Paese, e dall’altro, esaminando i cambiamenti principali che si sono registrati nel mercato del turismo e ai quali è necessario adeguarsi se si vuole superare la crisi e tornare ad essere competitivi sul mercato.

Si tratta di una presentazione puntuale e completa che mettendo in evidenza sia i limiti specifici sia le tendenze generali del mercato dovrebbe guidare quello che è ormai un settore asfittico e asfissiato (inteso sia nella sua espressione pubblica sia in quella privata) a sviluppare le intuizioni opportune, stimolandolo ad agire, abbandonando la tradizionale attitudine passiva e recriminatoria che ormai lo contraddistingue.

Sicuramente sono numerose le sfide che l’Italia deve affrontare per adeguarsi a quelli che ormai sono i requisiti per sopravvivere in un mercato sempre più gremito di competitor che, pur avendo molte meno risorse delle nostre, riescono a realizzare performance decisamente migliori, superandoci nella classifica delle destinazioni più gettonate.

In questo senso, è quindi fondamentale ed urgente che si intervenga e si apportino cambiamenti sostanziali sia a livello di management, in particolare per quel che concerne la governance, le infrastrutture e le reti di impresa, sia a livello di marketing, per quanto riguarda il prodotto, la promozione e la comunicazione online e offline, senza dimenticare l’innovazione dei servizi e la commercializzazione.

Ovviamente, si deve agire avendo ben presente quali sono le tendenze del mercato e quindi essendo consapevoli che oggi ci troviamo di fronte ad un turista social, che fa delle rete il suo strumento principe; e che proprio la rete e il web 2.0 hanno spostato il potere dalle mani delle destinazioni a quelle dei turisti e per cui oggi fattori come la destination reputation e il passaparola sono diventati essenziali e determinanti nel decretare il successo o il fallimento di una destinazione.

Ma quello che in realtà ci proponiamo con questo numero, oltre a presentarvi un quadro esaustivo, frutto delle riflessioni di un anno, è di condividere con voi una speranza. Già perché ci auguriamo che il 2014 possa essere un anno “nuovo”, in tutti i sensi, foriero di nuovi fermenti e nuovi stimoli e che possa finalmente segnare la svolta per il turismo italiano, riportando il Bel Paese in cima alle destinazioni mondiali più ambite.

Così come è giusta che sia.

Buona lettura…e soprattutto buon 2014!

Se vuoi leggere il Destinations and Tourism, clicca qui e scarica l’ultimo numero!

 

Tags :

Leave a comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.