Oggi, a Frascati si parla di accoglienza 2.0

Oggi, giovedì 16 luglio, alle ore 17, a Frascati si terrà presso l’Auditorium Scuderie Aldobrandini la presentazione dei risultati del Progetto di Cooperazione inter territoriale “Terre Ospitali”, promosso dal Gal Castelli Romani e Monte Prenestini, in qualità di capofila del progetto stesso.
Con il contributo dei dirigenti regionali di riferimento ed esperti del settore, l’appuntamento sarà anche occasione per illustrare le iniziative in essere nella regione Lazio dedicate al turismo rurale.

Bruno Bertero, destination manager di Four Tourism, interverrà per parlare di accoglienza turistica, come nuovo strumento di promozione per le destinazioni 2.0.
Oggi, come sappiamo, il turista cerca l’experience e vuole vivere un turismo di relazione, dove da semplice spettatore si trasforma in unico indiscusso protagonista.
Le modalità di viaggio così come i fattori che incidono sulla scelta di una destinazione sono radicalmente cambiate.
89 turisti su 100 dichiarano infatti di essere influenzati dalle recensioni di altri viaggiatori mentre solo 44 turisti su 100 sono influenzati dalle offerte.
Il 56% dei turisti è influenzato dai consigli di parenti e amici mentre il 39% è influenzato dalla TV e il 30% da riviste.
Il 69% dei turisti trova ispirazione online via smartphone e ben il 38% prenota online via smartphone.
Questo impone quindi di rivedere i tradizionali sistemi di accoglienza sul territorio e soprattutto impone alle destinazione di porsi una domanda.
Che cos’è oggi l’accoglienza? Cosa vuol dire nell’era del web 2.0 fare accoglienza turistica? La risposta è una sola: oggi accoglienza significa promozione.

Il progetto “Terre Ospitali” nasce dall’esigenza di promuovere politiche territoriali incentrate sulla valorizzazione delle identità locali e, nello specifico, delle componenti enogastronomiche, al fine di costruire una rete di territori virtuosi, ispirati a una filosofia della sostenibilità e della ricerca della qualità sia nell’organizzazione dell’accoglienza turistico-ricettiva sia nella fruizione della propria identità enogastronomica.

Google

Tags :

Leave a comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.