La domanda turistica e il marketing sono cambiati?

Sicuramente, oggi la domanda turistica e il modo di fare marketing sono cambiati e in modo anche profondo.
Ma i soggetti responsabili della promozione turistica in Italia continuano con gli stessi approcci di marketing (fiere, pubblicità, ecc.) di sempre, quando ormai come dimostrano i nostri concorrenti, la promozione e il marketing turistico si incentrano su concetti chiave come: destination web, social media marketing e destination reputation.

Inoltre, la presenza di un portale nazionale o regionale del turismo di tipo solo vetrina, che non contenga al suo interno le proposte concrete degli operatori, non ha nessun senso.
La domanda ormai richiede informazioni da associare a proposte.
Purtroppo c’è ancora resistenza da parte di soggetti istituzionalmente incaricati o responsabili della promozione a comunicare ed incorporare nelle promozioni o nel web le proposte degli operatori, sostenendo che non si può promuovere il business.

A  ciò si aggiunge anche un altro problema, ossia la miopia e la resistenza proprio degli operatori turistici italiani e in generale di tutti coloro che si occupano attivamente di turismo.
Spesso infatti l’atteggiamento operativo ed imprenditoriale del turismo italiano è quello di non accettare o non capire che la domanda turistica si sviluppa sul web, che i potenziali turisti sono innovatori per definizione, utilizzano internet, gli smartphone, sono social e condividono.
Sicuramente è un problema di adeguamento al mercato da parte degli operatori, che stanno pagando caro il loro livello troppo elevato di dipendenza dagli intermediari online.
Purtroppo dobbiamo tutti farcene una ragione, il turista di oggi è innovatore, informato e impaziente e l’unico modo per tenere il passo con il suo comportamento è accettare l’innovazione e utilizzare gli stessi canali e strumenti che utilizzano i clienti.
In alternativa, il rischio di perdere quote di mercato, sia come mercato generale che a livello individuale, è veramente elevato.

Se vuoi leggere l’intervista completa a Josep Ejarque, ‘Etourism. I turisti sono i veri innovatori digitali’ a cura di Alex Kornfeind, pubblicata su Key4biz, clicca qui.

Tags :

Comments 1

  1. HotelRiccioneVacanze

      |   reply

    Parole sante, l’Italia è troppo indietro su questi aspetti, Dubai in confronto è avanti anni luce. Occorrono innovazione e formazione e investimenti nel web marketing sui nuovi canali per restare al passo coi tempi.

Leave a comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.