La disintermediazione nell’era del web

Internet ormai è uno strumento potentissimo che non può mancare in un’efficace strategia di marketing sia di una destinazione sia di un’azienda turistica. Alcuni operatori, come Expedia, Booking, Venere, solo per citarne alcuni, hanno fatto della rete il proprio business, cambiando i tradizionali paradigmi della vendita e distribuzione.  Oggi, quando un turista cerca online informazioni, biglietti aerei, soggiorni in alberghi o altro ancora, si trova a disposizione una grande varietà e possibilità di scelta. Il mercato è sovraffollato di vecchi e nuovi attori: ci sono le OLTA (Expedia, Last minute, Venere..), Meta Search/Compare Price (Kayak, Sidestep..), TT.OO. online (grandi e piccoli), Travel Guide (LonelyPlanet, Timeout..), Google map, Review Site (TripAdvisor, Trivago), Social Network, Blog, Twitter, Theme Hotel Site, Compagnie aeree, Siti di affiliazione, Destination site, operatori che veicolano traffico ai brand site e molti altri ancora.  Ovviamente ognuno ha il proprio modello di business e le proprie regole. Ma un elemento è comune a tutti: niente è gratuito!

Se non si paga per alcuni servizi significa che qualcun altro in realtà sta pagando per noi. Ogni attore può applicare forme di guadagno o business differenti ma il risultato è lo stesso (commissioni, fee per transazione, costo per click, fee annuale per essere presente su un portale tematico, ecc): si paga! Il solo cliente libero da intermediazioni, è colui che digita la URL del nostro sito e accede direttamente al nostro sistema di booking. Nel mercato attuale diventa quindi sempre più importante ed urgente capire i costi e vantaggi di ogni intermediario, ossia di ogni fonte di prenotazione presso la nostra struttura, in modo tale da comprenderne e poterne valutare i reali benefici. Solo una volta fatta questa accurata analisi, sarà possibile elaborare una pianificazione commerciale adeguata. Una volta, tutto era molto più semplice. Il modello di riferimento era lineare: da una parte, c’erano i fornitore di servizi (aereo, albergo, noleggio auto, traghetti…) e dall’altra i consumatori o turisti. Il collegamento tra i due elementi era garantito dalla rete di distribuzione e di vendita, formata da tour operator, agenzie di viaggio e altri operatori turistici, attraverso cataloghi e brochure.

Tags :

Leave a comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.