In Abruzzo, si parla ancora di vision e prodotto turistico

Continuano gli incontri in Abruzzo, volti alla realizzazione di un piano marketing partecipato.
Oggi, Bruno Bertero e Flavia Fagotto sono a Casoli, in provincia di Chieti, per incontrare un altro gruppo di operatori e amministratori dell’area del Gal Maiella Verde, che comprende ben 80 comuni.

Come nella giornata di ieri, svoltasi a Cupello, oggi a Casoli si parlerà di vision e prodotto.
Obiettivo dell’incontro è l’individuazione di una strategia di sviluppo turistico, che identifichi finalità, mission, vision e posizionamento strategico dell’intera area facente parte del GAL Maiella Verde.
In questa sede, dopo la prima parte di formazione, i partecipanti, sotto la guida esperta di Bruno Bertero e Flavia Fagotto, avranno la possibilità di identificare, esprimere e condividere la loro visione circa il futuro turistico dell’area di riferimento: partendo quindi da una fotografia puntuale dello stato attuale del territorio saranno individuati gli elementi chiave in grado di stimolare lo sviluppo turistico della destinazione in un’ottica di breve-medio periodo.

Successivamente, si tratterà di individuare il prodotto-destinazione dell’area, definendo, sempre in modo compartecipato, il portfolio prodotti e la loro relativa gerarchizzazione, ossia il piano prodotti turistici della destinazione Gal Maiella Verde.
I partecipanti in questa sede dovranno identificare le risorse principali e secondarie della destinazione nonché i relativi servizi ad esse collegate al fine di creare un prodotto-destinazione competitivo.
Ciò significa mettere a sistema l’insieme delle risorse e dei servizi valorizzando l’immagine della destinazione, elemento in grado di conferire valore aggiunto, al fine di creare un’offerta turistica competitiva.
Oggi, infatti sappiamo che nel mercato attuale il turista ha bisogno di proposte che permettano la fruizione personalizzata di tutte le risorse e che quindi le destinazioni devono organizzare il proprio territorio e trasformare le proprie attrattive in prodotti esperienziali.

Quale sarà quindi la vision dell’area Gal Maiella Verde? Gli operatori come vedono il futuro turistico della loro destinazione? E quali saranno i prodotti turistici identificati?

Google

Tags :

Leave a comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.