Il turista del nuovo millennio: chi è e come raggiungerlo?

La generazione nata negli anni tra il 1980 e la prima decade del 2000, definita del “nuovo millennio” è tra le più numerose , dopo quella dei ‘Baby Boomer’. È fatta di persone che hanno un proprio ruolo consolidato nell’ambito lavorativo e che viaggiano spesso sia per piacere sia per lavoro. E i dati lo confermano: a livello mondiale, le persone con meno di 30 anni sono solite viaggiare 4,7 volte l’anno mentre quelle tra i 30 e i 45 circa 3,6 volte.
Senza dubbio, ciò rende questa generazione un mercato potenziale di grande interesse per il settore turistico.
Ma per poterla ‘agganciare’ è imprescindibile conoscerne a fondo le abitudini, le caratteristiche e le preferenze. Come si comportano quindi i turisti del nuovo millennio?

Secondo uno studio elaborato da Leonardo.com, compagnia canadese specializzata nei media online per l’industria dell’ospitalità, eccone le caratteristiche principali:
Affamati di informazioni: vogliono essere informati, su tutto. Non amano prendere decisioni senza conoscere tutte le notizie e i dettagli disponibili: in rete, consultano più siti aspettandosi di trovare facilmente informazioni esaurienti e complete.
Cacciatori di valore: vogliono vivere sempre la migliore esperienza possibile al prezzo più competitivo. Il loro obiettivo è fare vacanze belle, spendendo il meno possibile ed investendo il proprio tempo in modo intelligente, senza rinunciare però ai migliori servizi.
Dipendenti dalla tecnologia: sono cresciuti e vissuti da sempre in un mondo iperconnesso. Internet è la loro principale fonte di informazione e proprio per il loro desiderio di essere sempre informati desiderano avere la possibilità di accedervi in ogni momento, come e quando vogliono, soprattutto attraverso i loro dispositivi mobìle.
Animali social: secondo la Pew Research, nel 2013 ben l’89% delle persone tra i 18 e i 29 anni hanno utilizzato i social media sia per cercare informazioni che li rassicurasse sulla scelta, prima di acquistare una vacanza, sia per consultare le opinioni degli altri utenti in merito agli alberghi, ristoranti e attrattive, oltre che per vedere le foto delle destinazioni.
Amanti del lusso: sono attratti da tutto ciò che è bello e comodo e non vogliono rinunciare ai servizi di lusso. Secondo uno studio realizzato da Egencia, azienda multinazionale specializzata nei viaggi business, il 42% di coloro tra i 18 e i 30 anni che viaggiano per affari spende la maggior parte del budget a loro disposizione in cene di alto livello mentre il 37% per i servizi in camera.
Ricercatori della verità: uno dei valori più radicati dei turisti del nuovo millennio è l’autenticità. Il 77% considera le recensioni un elemento fondamentale, in quanto credono fortemente nei contenuti degli altri utenti. Il motivo è semplice: offrono una visione più realistica delle destinazioni e delle aziende turistiche, prendendo le distanze dai contenuti istituzionali o marcatamente pubblicitari.
Amanti del visual: prediligono le immagini e i video. Non a caso, Instagram e YouTube sono le loro reti social preferite e quelle più utilizzate per condividere informazioni e contenuti sui viaggi.

Quali azioni devono mettere in atto una destinazione o un’azienda turistica per entrare in contatto con questo segmento dalle grandi potenzialità?
Se vuoi scoprirlo, leggi l’articolo completo sull’ultimo numero del Destinations & Tourism!

Google

Tags :

Leave a comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.