Il potere del video marketing nel turismo

Il 2015 ha visto una crescita esponenziale del video marketing, ossia dell’uso dei video come strumenti di comunicazione e promozione e non a caso ben il 61% delle aziende e destinazioni turistiche li utilizzano nelle loro azioni.

Il motivo del successo di questo specifico tipo di contenuto risiede nella sua capacità di creare engagement con gli utenti e ciò si rivela particolarmente utile quando la DMO vuole stabilire con i potenziali turisti un forte legame emotivo e costruire nuove relazioni oppure semplicemente quando intende migliorare il loro grado di soddisfazione in merito all’esperienza con il brand e alla loro interazione con esso.

Inoltre, i video ben si prestano ad essere utilizzati nella comunicazione turistica per la loro intrinseca capacità di riuscire a descrivere al meglio le esperienze che si possono vivere in un territorio così come anche i suoi servizi e i suoi prodotti.
Si tratta quindi di un ottimo strumento di informazione per avvicinare i potenziali turisti alla destinazione e permettere loro di scoprirla poco per volta.
Di fatto è molto utile per fare quello che viene definito lead nurturing“, ossia per dialogare con i potenziali clienti, fornendo loro notizie utili che li orientino nella scelta fino ad invogliarli e a guidarli verso l’acquisto.

Ma non solo: i video favoriscono il posizionamento sui motori di ricerca, migliorando il proprio page ranking, incrementa i click through rates, ossia la percentuale di click, e il numero di conversioni che saranno differenti in base alla call to action richiesta all’utente, che può variare e andare dalla semplice iscrizione alla newsletter alla registrazione ad un evento fino all’acquisto di un’offerta e via dicendo.

Inoltre, i video non solo riescono a catturare più facilmente l’attenzione degli utenti ma migliorano decisamente la loro esperienza con la destinazione.
E proprio per questo si stanno trasformando nello strumento più utile per convertire i clienti virtuali in reali, stimolandoli a compiere delle azioni.
Già perché non bisogna dimenticare che una customer experience soddisfacente è considerata un fattore fondamentale dagli utenti, in grado di determinare il loro attaccamento al brand e la loro propensione ad attivare un passaparola positivo con la propria rete sociale.

Alcuni studi ipotizzano che nel 2019, ben l’80% del traffico di internet sarà determinato dai video. Youtube, Facebook , Snapchat, i cui filmati sono arrivati addirittura a raccogliere oltre 6.000 milioni di visualizzazioni al giorno, così come l’uso sempre più massiccio di Periscope, rivelano quanto gli utenti siano interessati e propensi all’uso di questo contenuto.

Alle destinazioni e alle aziende turistiche non resta quindi che darsi da fare e integrare nella propria strategia di marketing anche i video, sfruttandone le grandi potenzialità ed opportunità di comunicazione e promozione.
Ma come devono essere i video per essere realmente efficaci? Lo vedremo insieme nel prossimo post!

Tags :

Leave a comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.