Il marketing, oggi

Oggi la visibilità in sé non è più sufficiente. Bisogna trasmettere emozioni, esperienze soprattutto nel turismo dove il cliente deve comprare un ‘prodotto’ a scatola chiusa e dove quindi è fondamentale che questo  corrisponda alle aspettative e alle esperienze annunciate. Bisogna partire dalle persone, per parlare alle persone, con le persone e anche per ascoltarle. Non ci sono più target da colpire ma persone con cui condividere e conversare. I mercati sono conversazioni, sono fatti di persone e non di segmenti.

Lo scenario di fondo è cambiato così come il modo di fare turismo. È necessario quindi che anche la comunicazione e marketing si adeguino: i media tradizionali oggi hanno un’efficacia minore in quanto si è verificata un’esplosione e moltiplicazione dei mezzi di comunicazione; siamo di fronte ad un mercato formato da nicchie e micro nicchie, ognuna con gusti, interessi e stili differenti; le nuove tecnologie hanno rivelato grandi potenzialità molte delle quali ancora da esplorare; e ci troviamo di fronte ad un fenomeno inedito, che sta acquisendo sempre più importanza e potere, ossia i social network.

Bisogna guardare il mondo con occhi diversi, cercando di intercettare i segnali anche se deboli del mercato per individuare le necessità e anche il sentiment del momento, cercando di sfruttare le opportunità che si presentano. Il marketing non convenzionale richiede di investire al posto dei soldi tempo, energia e immaginazione in quanto oggi l’obiettivo principale per le destinazioni non è convincere i turisti a visitarle quanto ‘intrattenerli’, divertirli, trasmettere loro l’esperienza che potranno vivere. Proprio per questo motivo il reale messaggio  pubblicitario va mascherato e camuffato anche per riuscire a catturare più facilmente l’attenzione delle persone, coinvolgendole in una relazione che permetterà successivamente al brand di veicolare il messaggio pubblicitario vero e proprio.

Tags :

Leave a comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.