I tre principi per costruire una strategia di social media marketing

Nel post precedente abbiamo visto le difficoltà che si possono incontrare costruendo una strategia di social media marketing, effettivamente “social”. Andiamo a vedere ora i punti nevralgici su cui è importante focalizzarsi.

Creare le giuste aspettative: è bene specificare fin dal primo momento il proprio intento. Se si utilizzano i social media per pubblicizzarsi nessun problema ma meglio dirlo subito! Molte persone sottoscrivono liberamente di ricevere pubblicità e coupon dalle aziende e dalle destinazioni turistiche ma lo scelgono ed è quello che vogliono. Si indispettiscono notevolmente invece se pensano di partecipare ad una conversazione e poi ad un certo punto si trovano davanti ad una pubblicità o coinvolti in una promozione.

È quindi importante nel proprio profilo specificare il proprio intento, ossia se si desiderano effettuare promozioni ed offerte o invece rispondere alle domande dei clienti. In questo senso, si possono anche creare multiaccount, diversificando le funzioni. Qualsiasi sia quindi la strategia adottata è importante essere espliciti e creare le giuste aspettative negli utenti.

Essere social. Non bisogna mai dimenticarsi che gli utenti dei social media si aspettano di vivere un’esperienza “social”, ossia conversazioni aperte, scambi, confronti ed interazioni. I social media sono un ottimo strumento per stabilire vere e proprie relazioni con i clienti; ed è in questo senso che vanno utilizzati. È quindi importante saperne sfruttare appieno le potenzialità e ricordarsi che sono media particolari, con modalità e caratteristiche totalmente differenti dai media tradizionali.

Sfruttare il potere dell’engagement. I clienti una volta coinvolti possono rappresentare un ottimo strumento di promozione e comunicazione. Circa 9 persone su 10 (98%) prendono le distanze dai tradizionali canali di comunicazione come tv, cataloghi, riviste, brochure e dichiarano invece che sono gli amici ad influenzare le loro decisioni di acquisto. Per sfruttare però il potere delle relazioni e generare un passaparola positivo, bisogna creare e sviluppare engagement coni clienti. Una volta costruita questa base, è sufficiente coinvolgerli e stimolarli e loro saranno naturalmente portati a condividere sui loro canali il messaggio.

E questo è proprio il bello dei social media. Sono “social” quindi umani e quindi ben si prestano per costruire relazioni. I clienti si sentono coinvolti quando un prodotto o un servizio risponde alle loro esigenze e quando hanno la sensazione che l’azienda o la destinazione si occupi di loro. I social media permettono di raggiungere gli utenti in modo individuale, focalizzando quelli che potrebbero essere più disposti a sviluppare una relazione con il prodotto, il brand, o il servizio. E lo può fare con milioni di utenti ogni singolo giorno. Ed è questo che li rende uno strumento unico.

Google

Tags :

Leave a comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.