I francesi puntano sul web

Leggo, con attenzione prima e con preoccupazione poi, che gli uffici e gli enti turistici francesi hanno deciso di cambiare la loro strategia in rete. Pare che un centinaio di responsabili di turismo fra i membri dei Conseil Regional du Tourisme (equivalente alle nostre Regioni) insieme a diversi responsabili dei principali uffici di turismo delle città francesi si siano autoconvocati per discutere la strategia d’utilizzo dei siti internet per arrivare ai potenziali turisti. I francesi, leader nel turismo mondiale e desiderosi di continuare ad esserlo,  hanno capito che se 160 milioni di turisti europei ricercano informazioni sulle destinazioni per preparare il proprio viaggio utilizzando internet, forse è necessario sfruttare di più questo strumento.

L’idea è di rendere i siti molto più efficaci ed utili: hanno capito che la battaglia per attirare i potenziali turisti verso le destinazioni si fa e si vince in internet.

La mia preoccupazione nasce dal fatto che se già oggi gli enti del turismo francesi sono agguerriti e altamente competitivi dove arriveranno se migliorano anche sul web? Sarà sicuramente ancora più dura per noi!! Non nascondo la mia invidia per l’organizzazione e lo spirito di intraprendenza dimostrata dai responsabili del turismo e dagli enti turistici francesi. Una cosa del genere sarebbe impensabile da noi, purtroppo!!

Ormai è chiaro che i francesi stanno andando verso una promocommercializzazione aggressiva: alcuni inseriranno direttamente nel loro sito la possibilità di prenotare camere, pacchetti e servizi. Ma il fatto rilevante è che sono tutti d’accordo ad abbandonare l’impostazione statica dei siti, capace di fornire solo informazioni generiche per approdare invece ad un nuovo modello. Questo significa che tra poco l’offerta turistica dei siti istituzionali francesi sarà organizzata pensando al turista. Il modello di promocommercializzazione scelto presenterà l’offerta articolata in base ai specifici profili dei turisti, a tematiche, segmentando i prodotti e con un chiaro approccio al mercato. Inoltre, i francesi hanno anche deciso di ‘dematerializzare’ il più possibile, ossia di rendere scaricabile da internet tutto il materiale, dalle brochure ai voucher fino ai biglietti di musei e alle guide.

Sicuramente 90 milioni di europei che utilizzano internet per prenotare servizi, week end o vacanze rappresentano un’importante potenziale di mercato da catturare  e guidare verso le proprie destinazioni. E i francesi lo hanno capito.

Tags :

Leave a comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.