Guida al SEO

Posizionamento naturale o organico nei motori di ricerca

I motori di ricerca rappresentano la porta principale di accesso alla rete. Il successo di un sito è in gran parte decretato proprio dal suo posizionamento nei motori di ricerca: non essere visibili in rete significa non essere trovati. Il SEO è un’attività strategica che ha l’obiettivo di posizionare per determinate parole chiave le pagine, in modo naturale nei primi posti dei motori di ricerca.
Il primo passo è lo studio delle keyword, parole chiave: è necessario, infatti, sapere quali sono le parole chiave che i potenziali utenti digiterebbero per trovare le offerte o le informazioni di una destinazione. La domanda da porsi è: per quante parole potrebbe cercarmi il mio potenziale cliente? La risposta è tante, anzi tantissime. Le persone non sono uguali e anche il loro modo di cercare informazioni è diverso. Non tutte le parole hanno lo stesso valore; inoltre, non va mai perso di vista il comportamento dell’utente e, soprattutto, se utilizza i motori con una attitudine di Search o di Find.
Il SEO comprende diverse fattori, on site e off site, che influiscono sul posizionamento:

I principali fattori on-site

  • Meta Tag: Title. E’ fondamentale creare titoli unici per ogni pagina e pertinenti.
  • URL delle pagine: devono essere quanto più semanticamente descrittive per facilitare la corretta indicizzazione nei motori.
  • Rendere il sito quanto più accessibile possibile: limitare contenuti in Flash, frames e Javascript.
  • Creare contenuti unici , originali e attrattivi ma che allo stesso tempo contengano parole o frasi che i nostri potenziali clienti potrebbero digitare nei motori.
  • Seguire dove è possibile gli standard W3C -World Wide Web Consortium ( www.w3c.com)
  • Anzianità del dominio, in caso di rinnovo del proprio sito usare il cod.301 per ricordare ai motori che non siete una azienda nuova ma la stessa di prima e non perdere in questo modo il posizionamento naturale acquisito negli anni.
  • Organizzare la navigazione in modo chiaro e possibilmente piatta.
  • Usare i robot.txt e i no- follow per pagine non pertinenti .
  • Attualizzare frequentemente il sito con nuovi contenuti originali e di qualità.
  • Ottimizzare i link interni per tematizzare le pagine usando adeguati anchor text.
  • Verificare sempre il tempo di download della pagina , pagine lente non piacciono ai motori
  • Non duplicare i contenuti.

In mercati poco competitivi, questi fattori sono sufficienti per raggiungere ottimi risultati. Ovviamente, più il mercato è concorrenziale, come per esempio per le parole Hotel Roma, Hotel Venezia, più il lavoro del SEO si fa complesso ed entrano in gioco non solo aspetti tecnici ma anche competenze di marketing, dell’industria turistica per sfruttare tutta la lunga coda delle possibili ricerche.

I principali fattori Off-Site:

  • Ottenere Link da portali attinenti al servizio o prodotto che promuoviamo per aumentare un fattore definito come “link Popularity”.
  • Iscriversi in directory importanti per i motori di ricerca (dmoz.org).
  • Article marketing e PR Digital per ottenere visibilità e link.
  • Partecipazione in Forum.
  • La frequenza di ricerche per un dominio, azienda o marchio.
  • Anzianità dei link esterni di un sito.
  • Tempo di permanenza su un sito dopo una ricerca nei motori
  • Iscrizione a Social Network e vari strumenti web 2.0
  • Ottimizzazione contenuti (testi, video, foto) per l’impatto sui motori di ricerca attraverso strumenti web 2.0 (SMO – Social Media Optimization, termine coniato da Rohit Bhargava nel 2006)

I motori di ricerca variano continuamente la propria tecnologia e il loro modo di restituire informazioni agli utenti. Posizionare un sito, quindi, è un lavoro sempre più complesso. In ogni caso, è buona norma partire sempre dai fattori base per passare successivamente a tecniche più sofisticate.

Tags :

Leave a comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.