Consigli per creare contenuti di valore

Nel content marketing, alla fine l’obiettivo è uno solo: stimolare gli utenti a compiere un’azione attraverso la creazione e la diffusione di contenuti di valore. I risultati dipendono in grande misura dalle strategie e dalle tattiche messe in atto, anche se sicuramente la qualità dei contenuti distribuiti è importante. Ma come sappiamo senza una strategia valida alle spalle, si rischia solo di perdere tempo e brancolare nel buio.

Una convinzione molto diffusa è che per ottenere buoni risultati i contenuti devono diventare virali. Per fortuna, non è così: con 92.000 nuovi articoli pubblicati ogni giorno online, la viralità è un obiettivo poco realistico e neanche così determinante in relazione alle proprie finalità. Per essere efficaci infatti non è necessario avere un’idea straordinaria che raggiunga 1000 o più condivisioni in un solo giorno.
Ciò che conta è creare e promuovere contenuti utili, pertinenti con il proprio business e in linea per raggiungere i propri obiettivi di competitività.
Invece di focalizzare tutte le risorse nella creazione del contenuto perfetto con la speranza che diventi virale è quindi importante concentrarsi per creare materiale utile che magari non sarà il pezzo del secolo ma che sicuramente può essere di interesse per il vostro pubblico.

Come?
Innanzitutto, bisogna definire una strategia: lo abbiamo già detto e ripetuto molte volte, ma non è mai abbastanza. Prima di iniziare a fare qualsiasi azione bisogna sempre chiedersi ‘Perché?’, ‘Cosa voglio ottenere?’, A cosa mi serve?’. Una volta stabiliti gli obiettivi bisogna definire un piano per stabilire come raggiungerli, organizzando un calendario editoriale, in modo tale da programmare ogni singola azione e i tempi in cui realizzarla.

Altro elemento fondamentale è individuare il proprio pubblico di riferimento: anche se in linea di massima sappiamo chi sono i nostri clienti è importante fare uno step ulteriore e determinare quello che viene definito il ‘buyer persona’, ossia bisogna creare un identikit preciso delle persone cui ci stiamo rivolgendo, un profilo completo con abitudini, comportamenti, caratteristiche e bisogni.
E creare i contenuti immedesimandosi in lui, pensando come lui.

Catturare e soprattutto mantenere l’attenzione del proprio pubblico non è facile e sicuramente un modo per riuscirvi è creare contenuti divertenti o quanto meno interessanti che colpiscano l’utente, intrattenendolo, offrendogli materiale in linea con i suoi bisogni e necessità. Bisogna essere creativi ed innovativi, ed abbandonare la tradizionale visione endogena, autoreferenziale, cercando invece di comprendere cosa cercano e cosa si aspettano di trovare  i turisti.

E se è importante ‘intrattenere’ gli utenti con contenuti divertenti ed interessanti non bisogna mai dimenticarsi di essere utili: se è vero infatti che bisogna essere creativi e sorprendere è anche vero che è necessario sempre avere un legame con la propria realtà, offrendo consigli o informazioni utili per il pubblico. Le persone sono poco interessate al brand, alla destinazione, ai prodotti e ai servizi in sé: lo sono in relazione a quanto questi possono migliorare la loro esperienza di vacanza.

Quindi quando si scrive un articolo, o si prepara un video, non dimenticare mai di evidenziare il proprio valore aggiunto, ossia il motivo per cui il turista dovrebbe scegliervi rispetto ad altre destinazioni o alberghi. Fornite le informazioni che possono risolvere gli eventuali problemi, cercate di fugare loro ogni dubbio, infondendo sicurezza e rispondete alle domande che si pongono.

Quindi, mi raccomando: non perdete tempo ed energie a cercare di creare contenuti eccezionali con l’obiettivo che diventino virali. Semplicemente pensate al turista, immedesimatevi in lui e dategli quello di cui ha bisogno.

Google

Tags :

Leave a comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.