Come realizzare una campagna SMS efficace?

Nella realizzazione di una campagna sms, oltre al buon senso, è bene seguire alcuni semplici suggerimenti. Vediamo quali.

Essere personale, diretto e gentile
Evitare abbreviazioni criptiche, termini troppo tecnici o al contrario linguaggi eccessivamente colloquiali e confidenziali. Essere chiaro nelle intenzioni, ossia nell’esporre la call to action, ma senza risultare troppo brusco.
Offrire contenuti di valore
Data proprio l’immediatezza del canale, è indispensabile più che mai inviare informazioni nuove, utili ed esclusive, evitando comunicazioni superflue.
Esplicitare la richiesta
Inserire un’unica call to action di facile comprensione, in modo tale che sia chiaro per il destinatario capire cosa gli si sta chiedendo (partecipazione ad un concorso, invito ad una promozione…).
Regolare la frequenza dell’invio
Evitare di inviare comunicazioni a raffica: il numero del cellulare è qualcosa di ancora più personale di un’email e quindi sicuramente i destinatari sono ancora più sensibili alle azioni di spamming.
Rispettare gli orari
Se un’email può essere inviata a qualsiasi ora sicuramente non è lo stesso per i messaggi che sono istantanei e che arrivano su device sempre connessi. È importante quindi non inviare messaggi in orari notturni e in ogni caso dopo un certo orario per evitare di invadere la privacy dei nostri destinatari.
Rispettare la privacy
Come per le email inviare comunicazioni solo a chi ha acconsentito realmente di riceverle.
Incrementare il database
Ai contatti email già consolidati, è importante richiedere il numero di cellulare, promuovendo concorsi online e offline, app o attraverso appositi moduli di auto profilazione.
Non dimenticare di utilizzare gli altri canali
Una campagna di sms va sempre integrata con azioni di email marketing, di advertising e sui social media, in modo tale da sviluppare un’attività a 360°, completa ed efficace.

La vera sfida per le destinazioni e le aziende turistiche è creare messaggi rilevanti che contengano informazioni personalizzate per il destinatario e di suo interesse. È importante fare leva sul senso di partecipazione (ad un evento, ad un target, ad una promozione) e sull’urgenza (limitazione di un’offerta), cercando di capitalizzare l’emozione istantanea del destinatario che è poi quella che lo spinge all’azione.

Quando utilizzare gli sms?
Attraverso gli sms si possono inviare informazioni e suggerimenti, coupon, omaggi e inviti. Le destinazioni o le aziende turistiche possono utilizzare gli sms per campagne di promozione e acquisti, per esempio per lanciare un prodotto, invitando con il messaggio a provarlo in esclusiva e prima degli altri, oppure per comunicare una promozione speciale. Gli sms inoltre possono essere utilizzati per sviluppare azioni tattiche integrate con campagne email, invitando i destinatari a partecipare a concorsi a premi online ed iniziative digitali, o per segnalare particolari eventi.
Infine, sono un ottimo strumento per svolgere attività di CRM, per inviare informazioni transazionali, di servizio ma utili, oppure commerciali oppure ancora per svolgere sondaggi.

Considerando che entro il 2017, altri 700 milioni di persone oltre ai già attuali 3 miliardi e 200 milioni, avranno un cellulare (dal report ATKearney ‘The Mobile Economy 2013’) è evidente l’importanza di integrare tra i diversi strumenti ad oggi utilizzati per la promozione turistica anche gli sms, creando così un unico ecosistema, fatto di informazioni e canali, che faciliti le destinazioni e le aziende a seguire e supportare il cliente in ogni singola fase, dalla ricerca di informazioni all’acquisto, attraverso l’invio di specifiche comunicazioni.

Inoltre, gli sms offrono alle destinazioni e alle aziende turistiche un canale in più per raccogliere ulteriori informazioni da un target altamente connesso e coinvolto. Chi infatti accetta di ricevere comunicazioni via sms sicuramente ha un grado di coinvolgimento e di attenzione molto alto. E in questo senso quindi i messaggi di testo rappresentano un’ottima opportunità.

A questo punto, rimane solo più una domanda: cosa aspettiamo ancora?

Google

 

Tags :

Leave a comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.