Come misurare il Roi del tuo blog?

Misurare il ROI è un’attività molto importante, in quanto evidenzia se le strategie applicate sono efficaci o meno. Una tecnica valida per capire se i contenuti del proprio blog funzionano è calcolare le conversioni generate.
Tuttavia, esistono anche altri modi per capirlo. Un blog infatti ha tante funzionalità, come per esempio costruire un rapporto con i consumatori – engagement – , incrementare la brand awareness, creare una community e facilitare le conversazioni in rete, ed ognuna di queste è misurabile.
La sua efficacia può essere quindi valutata in base a diverse fattori, avendo sempre presente che il blog come canale fa parte di un più ampio processo di marketing e comunicazione volto a stimolare il consumatore all’acquisto.

Engagement e reach
Facendo blogging e creando contenuti, si espone il proprio brand ad un’audience più ampia. Affinché le azioni svolte siano efficaci è importante conoscere bene il proprio pubblico, in modo tale da fornirgli la tipologia di contenuti più adeguati al fine di trasformarlo in cliente oppure semplicemente per coinvolgerlo, creando engagement, oppure per incoraggiarlo a condividere o anche solo a commentare il contenuto pubblicato. Tracciare i visitatori unici del proprio blog, il numero di condivisioni, i commenti ai post è quindi fondamentale.
In questo modo, proprio in base alle visualizzazioni e condivisioni ottenute, si può infatti calcolare il costo di ogni singolo post, stabilendo un costo medio per ogni visualizzazione e facendo dei confronti con altri canali.
Inoltre, non bisogna dimenticare che promuovere il contenuto è importante quanto crearlo, e lo si può fare in modo assolutamente gratuito sui social media così come sui forum o siti UGC, come Reddit, o a pagamento con Outbrain, Disqus o LinkedIn ads.

Lead Generation e sottoscrizioni
Fare blogging non sempre genera un incremento immediato delle vendite. Tuttavia, questo non significa che non vi contribuisca in modo decisivo. Un modo per verificarlo è tracciare la lead generation, ossia la quantità di traffico generata verso il sito di destinazione o dell’azienda turistica. Le tecniche più comunemente utilizzate per generare traffico sono incoraggiare gli utenti a iscriversi al blog o stimolarli a lasciare i contatti per ottenere particolari tipologie di contenuti (whitepaper, brochure, coupon, ebook).
Si tratta di azioni CTA (call to action) molto efficaci, per nulla invasive, soprattutto se si offrono contenuti di qualità. Ciò che conta è stimolare sempre l’utente e coinvolgerlo, offrendogli per esempio la possibilità non solo di condividere un contenuto ma anche di leggerne altri simili se è interessato a un determinato tema o di iscriversi al RSS se vuole essere sempre aggiornato sui nuovi contenuti pubblicati.
In questo modo, si creano non solo contatti ma contatti altamente qualificati e interessati. In questo caso, per calcolare il Roi bisogna misurare il costo di ogni singolo contatto da cui si può determinare la percentuale di contatti qualificati, di contatti qualificati che si trasformano in opportunità e la percentuale di opportunità che si concretizzano effettivamente in azioni, determinando così la revenue reale generata dal blog.

Vendite dirette e Revenue
Il terzo criterio per misurare il ROI è inserire un link o un annuncio promozionale e commerciale direttamente nel post del blog. Di solito, il blog non è il luogo ideale per questa tipologia di contenuti perché generalmente gli utenti non sono pronti all’acquisto sia perché magari non conoscono ancora bene il prodotto o il brand sia perché non è la sede in cui si aspettano di comprare qualcosa. Tendenzialmente infatti è un luogo dove si cercano informazioni, approfondimenti e confronti.
Tuttavia in certi contesti, per esempio se il blog ha un grande seguito e genera molto traffico, può essere molto efficace.
Periodicamente quindi si possono introdurre post promozionali e verificarne nell’immediato le conversioni. Senz’altro però prima è necessario creare contenuti per coinvolgere gli utenti, guidarli a iscriversi, fidelizzarli e solo in ultima istanza vendere loro i propri prodotti e servizi.

Tags :

Leave a comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.