Come connettersi con i turisti usando il mobìle?

L’uso del mobìle sta rapidamente cambiando le modalità di ricerca e prenotazione dei turisti; in particolare, il settore dei viaggi sta subendo una rapida accelerazione in questa direzione.
E i dati non possono fare altro che confermarlo: basta pensare che se nel 2014 gli investimenti effettuati nel digitale si aggiravano intorno ai 3,35 bilioni di $ e solo il 20% era destinato al mobìle, nel 2017 su un budget di 4,96 billioni di $ ben il 50% sarà indirizzato verso questo settore.
E’ arrivato il momento quindi che le destinazioni e le aziende turistiche italiane inizino non solo più a pensare all’importanza del mobìle marketing e delle app ma anche ad agire.

Dalle analisi condotte da Ampush, agenzia di comunicazione americana specializzata nel web 2.0 applicato al turismo, Facebook risulta essere il canale migliore per entrare in contatto con i clienti via mobìle.
Risultano infatti essere 845 milioni gli utenti al mese attivi su mobìle e ben il 18% risultano esserlo su Facebook. Ma non solo: i viaggi sono il 1° argomento di conversazione condiviso sul noto social network.

Tuttavia, non basta collegarsi a Facebook per essere sicuri di raggiungere i propri clienti.
In questo senso, è importante seguire alcune semplici indicazioni.

1. Fare attenzione al fattore ‘tempo’
Secondo le ricerche effettuate online, considerando che la maggior parte delle persone viaggia nel fine settimana, i momenti più efficaci per svolgere azioni di promozione e campagne adv sono il mercoledì e il giovedì alle 9, alle 12 e alle 17.
2. Presentare offerte limitate nel tempo
‘Prenota entro lunedì e avrai una notte in omaggio….’. E’ importante fissare una scadenza: in questo modo si conferisce maggior valore all’offerta promossa e si stimolano gli utenti ad agire, trasferendo loro un senso di urgenza, incoraggiando a prenotare anche le persone che non avevano in programma di farlo.
3. Utilizzare l’app per catturare clienti
È utile creare video innovativi o condividere immagini suggestive per acquisire nuovi clienti, per incrementare le conversioni e per favorire una buona esperienza all’utente. Al fine di ottenere risultati, è importante però che la navigazione attraverso l’app sia veloce e user friendly!
4. Targettizzare le ricerche effettuate dagli utenti
È molto utile utilizzare gli strumenti offerti da Facebook per identificare i clienti in base ai siti visitati e alle loro abitudini di acquisto online.
5. Creare profili iper-segmentati
Conoscere le caratteristiche specifiche e gli interessi degli utenti, ossia se per esempio viaggiano in aereo frequentemente, se sono viaggiatori leisure o business, se cambiano spesso destinazione e via dicendo, è fondamentale. Più informazioni si riescono ad acquisire meglio è, in quanto ciò permette di programmare azioni specifiche e mirate.
6. Segmentare l’audience analizzando i dati a propria disposizione
Non trascurare nessun elemento: è importante raccogliere, e soprattutto saper leggere, i dati registrati sul proprio sito o sulla propria app, in modo tale da poter tracciare una mappa precisa e dettagliata dei movimenti e interessi dei propri utenti.
7. Utilizzare adv targettizzate in base alla localizzazione
Recenti studi hanno rivelato che più le creatività sono targettizzate più sono efficaci. Conviene quindi realizzare adv pensate ad hoc per un certo tipo di utenti che si trovano in un determinato luogo. È altresì importante cambiare almeno ogni 2 settimane la campagna per evitare che generi stanchezza in chi la guarda e anche per capire quale soggetto e quale testo stimola in misura maggiore i destinatari.
8. Investire in campagne online
Inizialmente, è meglio partire con campagne CPC (cost per click) e successivamente passare a quelle CPM (cost per mille), in modo tale da assicurarsi che gli annunci siano mostrati solo alle persone che sono più verosimilmente portate ad effettuare l’azione da noi desiderata, ossia prenotare.

Google

Tags :

Leave a comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.