Ad Oristano, due giorni di formazione con Ejarque

Oggi, giovedì 26 novembre e domani venerdì 27, Josep Ejarque è a Oristano per due giornate di formazione ed aggiornamento rivolte ad imprenditori del settore turistico ed agroalimentare, studenti, disoccupati e start upper con l’intento di incrementarne le competenze strategiche ed operative.
I seminari formativi, facenti parte del progetto CoMeDPro, sono organizzati dal Gal Marmilla e dall’Assessorato al Turismo della Regione Sardegna.

Oggi e domani Ejarque parlerà di “Destinazioni, social media, mercati: il futuro prossimo venturo”.
Nello specifico oggi, i temi affrontati durante la formazione riguarderanno il mercato turistico e le sue evoluzioni, il prodotto turistico e la destination reputation.
Come sappiamo, lo scenario turistico si è profondamente trasformato: è cambiata la nuova domanda così come si sono delineati nuovi trend che inevitabilmente hanno inciso sulle abitudini e modalità di viaggio del turista che oggi è sempre più un viaggiatore, alla scoperta dell’anima autentica e vera delle destinazioni e dei territori.
E altrettanto inevitabilmente le destinazioni turistiche oggi così come tutti i suoi attori sono chiamati a rivedere il proprio ruolo, ad innovarsi per adattarsi al nuovo concetto di vacanza.
Cosa vuol dire oggi fare destination management? Quali sono i diversi modelli di organizzazione di quel complesso sistema che è una destinazione? Dmo, reti di impresa e club di prodotto cosa sono e come funzionano?
Ma non solo: oggi, sono diversi i fattori che entrano in gioco e possono decretare il successo o il fallimento di una destinazione.
E in primis fra tutti, la destination reputation.
È molto importante non confondere l’identità di un territorio con la sua reputazione: l’identità è infatti la base sulla quale si crea e si costruisce la reputazione che invece è data dall’immagine che il mercato ha di una specifica destinazione.
Oggi, la destination reputation è un fattore determinante in quanto incide in modo massiccio sul processo decisionale di acquisto della vacanza.
Ed è proprio per questo che è importante saperla gestire, sviluppando azioni continuative di controllo e monitoraggio ma anche di creazione e diffusione di contenuti propri e di terzi volti a sostenere e a confermare l’immagine della destinazione che si desidera divulgare e per la quale ci si vuole posizionare sul mercato.
La qualità della destination reputation dipende infatti dalla capacità della destinazione di fornire informazioni e stimoli agli utenti. Ed è per questo che è necessario parlare di destination reputation management.
Ma quali sono i fattori chiave per una gestione efficace della destination reputation?

Tags :

Leave a comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.