Accoglienza e servizi 2.0: se ne parla ad Ancona al Like Tourism

È iniziata oggi ad Ancona, nella sede della Mole Vanvitelliana, ‘Like Tourism. Idee e strumenti per il turismo’, la 3 giorni dedicata al settore turistico e in particolare agli operatori della hospitality e della ristorazione: formazione, workshop, relatori di alto profilo, casi di best practices e open day finale, aperto al pubblico, agli appassionati del turismo, a studenti e a chi con questa realtà sta iniziando a confrontarsi.

Si tratta di un’iniziativa importante, la prima nelle Marche dedicata alla formazione, informazione e al networking, durante la quale i partecipanti potranno confrontarsi e costruire nuove occasioni di business e aggiornarsi sulle novità tecniche e tecnologiche ad oggi indispensabili per operare nel mondo del turismo, un mondo in continua e veloce evoluzione.
Gestione e controllo, Sviluppo commerciale, Comunicazione web e Social, Marketing e Sviluppo Territoriale, Accoglienza e Servizi sono i temi su cui si snoderanno i percorsi di formazione.

Bruno Bertero, destination manager di Four Tourism, ha partecipato oggi alla sessione plenaria ‘Nessun operatore è solo’ per parlare di strategie di Destination Marketing come opportunità per il territorio. E non solo: come si evince dal titolo stesso, per riflettere sull’importanza più che mai attuale di costituire un sistema unico tra Pubblica Amministrazione e operatori del settore e tra operatori stessi in modo tale da creare reti di impresa, oggi unica occasione per riuscire ad emergere in un mercato altamente competitivo e per soddisfare un turista sempre più esigente e sempre meno paziente.

Domani, invece, Bertero interverrà in due diversi momenti per parlare di ‘Accoglienza e Servizi’, ossia di come comunicare e promuoversi nell’era del web 2.0 e soprattutto di come deve essere impostata l’Informazione e Accoglienza Turistica.
Come bisogna infatti accogliere ed informare il viaggiatore post moderno? Le vecchie brochure ormai non servono più: le destinazioni devono sviluppare nuove modalità di accoglienza. In questo senso, il modello Greeter, che vede coinvolti in prima persona gli abitanti del luogo che proprio attraverso la loro esperienza e la loro storia raccontano il territorio, rappresenta una valida soluzione.

Oggi, infatti l’accoglienza così come la vacanza deve essere esperienziale in modo tale da garantire al turista un soggiorno indimenticabile, prima ancora di partire da casa.

Google

Tags :

Leave a comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.