A Parma, oggi si parla di accoglienza 2.0

Flavia Fagotto, destination marketing manager di Four Tourism, oggi è a Parma per un corso di formazione rivolto al personale degli Info Point dei diversi Comuni facenti parte della provincia e aderenti al Protocollo per la promozione turistica coordinata.

Durante il percorso formativo sarà affrontato il tema dell’accoglienza e della diffusione dell’informazione turistica come strumento di promozione dei prodotti territoriali.
Obiettivo è creare un sistema integrato attraverso l’unificazione degli uffici turistici sia di Parma sia dei Comuni facenti parte del territorio coinvolto e interessato nel progetto stesso.

Partendo dai cambiamenti dello scenario turistico, Fagotto illustrerà le caratteristiche della nuova domanda, i trend di mercato, l’evoluzione delle modalità di accoglienza per arrivare a comprendere come e cosa cercano i viaggiatori oggi.
Quali sono le informazioni di cui hanno bisogno? Come le trovano? Cosa si aspettano?
I turisti cercano informazioni personalizzate, geo-localizzate e in real time: non a caso, le ricerche effettuate da smartphone sono cresciute nell’ultimo anno ben oltre il 49%.
Oggi, gli operatori degli Info Point devono adeguarsi ai turisti che vogliono essere sempre più i creatori delle proprie esperienze di viaggio.

Cosa devono fare per riuscire a rispondere alle loro esigenze?
Innanzitutto, devono essere presenti sempre, ossia prima, durante e dopo il viaggio, per seguire passo dopo passo, informazione dopo informazione, il turista.
Ma non solo: devono diventare interpreti e facilitatori del territorio, coinvolgendo e coordinando tutti gli attori, in modo tale da creare un sistema unito, unico ed armonizzato.
Inoltre, oggi gli Info Point devono integrare l’uso dei social media nelle attività quotidiane, come canali di promozione, informazione e accoglienza 2.0 perché questi strumenti permettono di raggiungere anche gli utenti che fisicamente non si recano negli info point.
Ciò consente di acquisire nuovi target, creando nuovi punti di contatto sul web e sfruttando la viralità e la propagazione dei messaggi attraverso il crowdsourcing.

Tags :

Leave a comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.